TUNNEL WIND

VENTILAZIONE IN GALLERIA

La ventilazione di una galleria durante la fase di scavo è necessaria per ridurre gli inquinanti presenti durante questa fase di lavorazione.

Il ricorso a Tunnel Wind garantisce la necessaria ossigenazione del personale addetto alla scavo da agenti quali i gas di combustione dei motori e i gas prodotti dall’esplosivo.

La quantità d’aria di ventilazione viene calcolata nella fase più critica, tenendo presente che di norma le lavorazioni non avvengono contemporaneamente ma in sequenza. Per esempio la volata precede lo smarino, e così via. Poiché nella maggior parte dei casi la fase critica risulta essere lo smarino, la quantità d’aria di ventilazione sarà calcolata in base alle esigenze proprie di questa fase.

Si può facilmente intuire che non tutti i mezzi di lavoro saranno continuamente presenti in galleria, per questo motivo è bene introdurre dei fattori di correzione in modo da determinare il carico di potenza media e le relative emissioni di scarico.

Il volume della portata d’aria necessaria viene calcolato utilizzando i seguenti parametri:

• Mezzi con motore a combustione 0,5 m_/s per CV effettivo di potenza

• Mezzi con motore a combustione con marmitta catalitica 0,035 m_/s per CV effettivo di potenza

• Personale in galleria 0,1 m_/s per persona

• Esplosivo 0,03+0,06 m_/s per Kg di esplosivo

DIAMETRO TUBAZIONE

I tubi di ventilazione dovranno pertanto essere dimensionati in relazione alla portata d’aria di ventilazione ed alla loro lunghezza. Il diametro della tubazione può essere selezionato, in linea generale, con una velocità non superiore a 15 m/s nella tubazione stessa.

Il sottodimensionamento della tubazione comporta un aumento delle perdite di carico ed un aumento delle perdite di portata per sfiati (dovute ad aperture accidentali lungo la tubazione) con la conseguente diminuzione della portata d’aria sul fronte di scavo.
Analizzando il diagramma delle possibili perdite di carico, si evidenzia che, a parità di portata, aumentando il diametro della condotta diminuisce anche la potenza richiesta dal ventilatore installato. Quindi al momento della scelta del ventilatore si dovrà tenere in debito conto la pressione, la velocità dell’aria e la portata desiderata.

Altra importante componente da considerare nella scelta del diametro della tubazione da impiegare è un’analisi economica che evidenzi la somma dei costi dei ventilatori, delle tubazioni e della energia elettrica impiegata nel corso dei lavori di scavo.
Non sempre il servirsi di tubazioni di diametro inferiore comporta un risparmio economico; spesso, al contrario, l’utilizzo di una condotta di diametro maggiore si traduce in un risparmio dovuto alla ridotta potenza dei ventilatori utilizzati.

SUPERFICI INTERNE

Le superfici interne assolutamente lisce di Tunnel Wind rendono minime le perdite di carico, grazie anche al mantenimento costante del diametro interno reso possibile grazie al sistema di sospensione a cresta continua.
Inoltre i tubi di ventilazione Tunnel Wind, grazie alla perfetta tenuta dei giunti, rendono insignificanti le perdite di portata continue.
La straordinaria solidità meccanica del tessuto utilizzato fa sì che le perdite di portata per cause fortuite come  lacerazioni e strappi divengano improbabili.

TESSUTI

Teloni F.lli Bresciani per la realizzazione dei tubi di ventilazione Tunnel Wind ha applicato le più avanzate tecnologie di produzione dedicandole ai sistemi di giunzione e di sospensione, ed ha fatto ricorso a tutta la sua competenza nel campo della produzione di teli spalmati per la realizzazione di tessuti espressamente progettati per garantire le massime performance all’interno del sistema galleria.

Per raggiungere un alto livello qualitativo del prodotto finale, Teloni F. lli Bresciani ha impiegato tutta la sua esperienza nel campo dei tessuti spalmati (poliestere, nylon spalmato in PVC e Cover Jolly®, un tessuto PE ad alta densità spalmato in PE a bassa densità), in modo da rendere le tubazioni in galleria più sicure ed economicamente più convenienti.
La scelta del tessuto spalmato è derivata da un attento studio delle esigenze dell’utilizzatore finale operante in condizioni ambientali e climatiche particolarmente gravose.

CARATTERISTICHE DEI TESSUTI

Le caratteristiche fondamentali dei tessuti spalmati utilizzati per la produzione sono:

Elevata resistenza meccanica a trazione (grazie all’ottima qualità del supporto)

Elevata resistenza meccanica alla lacerazione (indispensabile in caso di fortuite rotture del tubo)

Adattabilità e affidabilità di impiego nelle situazioni meno favorevoli (piegamenti, intemperie, umidità)

Elevata saldabilità del tessuto come garanzia di tenuta durante l’utilizzo e di affidabilità nel corso del tempo Tunnel Wind è antistatico e autoestinguente, in grado di garantire la massima sicurezza durante i lavori, per questo  costituisce una scelta di particolare importanza nelle condizioni più gravose (scavi in miniera con presenza di gas).

Superficie liscia interna, per ridurre al minimo le perdite di carico

Elevata saldabilità del tessuto come garanzia di tenuta durante l’utilizzo e di affidabilità nel corso del tempo

ANTISTATICO E AUTOESTINGUENTE

Tunnel Wind è antistatico e autoestinguente, in grado di garantire la massima sicurezza durante i lavori, per questo costituisce una scelta di particolare importanza nelle condizioni più gravose (scavi in miniera con presenza di gas).
L’antistaticità rende il tubo “conduttore” evitando la formazione di elettricità statica, causa di scintille pericolosissime in miniera.
L’autoestinguenza impedisce invece il propagarsi delle fiamme in caso di focolai di incendio. I tessuti utilizzati vengono forniti provvisti di certificato di qualità del materiale e di lavorazione.

SISTEMI DI GIUNZIONE

Consapevole del fatto che a garantire l’assoluta efficienza dei tubi di ventilazione è fondamentale la perfetta tenuta dei giunti, Teloni F.lli Bresciani propone come sistemi di giunzione solo le soluzioni più affidabili.
I giunti ermetici in PVC e l’innovativo sistema di giunzione Fast Joint® sono in grado di rendere irrilevante il rischio di perdite di portata continue.

1) Innesto tra fine ed inizio tubo di ventilazione Fast Joint®

2) Fascia di tenuta per giunzione a strappo tipo VELCRO®

3) Fissaggio fascia di tenuta sulla giunzione a strappo del tubo di ventilazione

4) Particolare della sospensione della giunzione per tubo di ventilazione Fast Joint®

FAST JOINT®

La divisione ricerca e sviluppo di Teloni F.lli Bresciani ha messo a punto un esclusivo sistema di giunzione tra tubi di ventilazione. Sicuro ed efficace, Fast Joint® è il sistema di giunzione tra tubi di ventilazione ad oggi più diffuso.

La tecnologia Fast Joint® consente un montaggio più veloce e agevole rispetto ai metodi convenzionali. L’utilizzo di un metodo a strappo con coprigiuntura interna permette di ottenere ulteriori vantaggi, ad esempio quello di rendere quasi pari al valore 0 le perdite di portata per trafilamento delle giunzioni e di ottenere un conseguente risparmio di energia elettrica.

Nel realizzare il sistema di giunzione Fast Joint® l’azienda ha tenuto in considerazione anche la fase del trasporto realizzando così un imballo che minimizza gli ingombri e che consente un agevole trasporto. La sicurezza e l’efficacia della ventilazione realizzata tramite il sistema di giunzione Fast Joint® è da tempo collaudata in numerosi cantieri.

GIUNTI ERMETICI IN PVC

Il collegamento dei tubi può essere effettuato anche attraverso giunti ermetici in PVC. I giunti ermetici in PVC sono realizzati con profili di larghezza 60-100 mm e sono percorsi da due cavi d’acciaio che scorrono all’interno delle apposite guaine situate ai bordi del profilo e che regolano, mediante l’utilizzo di un tirante in acciaio, la tensione del giunto in PVC sull’anello in trefolo inserito nella parte iniziale e finale di ogni tubo.

A) Giunto ermetico in PVC con vite di regolazione

B) Particolare della vite di regolazione

C) Giunto ad anello a trefolo rivestito in PVC

I principali vantaggi di questo sistema di giunzione sono la facilità nel montaggio e le minime perdite di portata del tubo sulla giunta.

PEZZI SPECIALI

Su richiesta è possibile ottenere la fornitura di pezzi speciali:

riduzioni

curve biforcazioni a T

curve biforcazioni a Y

tutti realizzati con materiali ad altissima resistenza.

SISTEMI DI SOSPENSIONE

Si possono avere diversi sistemi di sospensione. I più comunemente usati sono:

Cresta occhiellata

Fasce libere di sospensione

Il sistema con cresta occhiellata è il più utilizzato e garantisce la sospensione del tubo in modo sicuro e rettilineo. La cresta continua, saldata al corpo del Tunnel Wind, dispone di una serie di occhielli intervallati 50 cm l’uno dall’altro in cui vanno inseriti i ganci in acciaio liberi di scorrere sulla fune di sostegno fissata alla parete della galleria. Nella cresta è inserita una fune di rinforzo che garantisce una maggiore resistenza. La versione a doppia cresta, oltre che aumentare la garanzia di tenuta in sospensione del tubo permette la parziale apertura in posizione di non lavoro, evitando nel momento della ripresa il colpo d’ariete dato dalla forza d’urto dell’aria spinta dall’accensione del ventilatore.

A richiesta sono disponibili ganci di sospensione in acciaio in due versioni:

Forma ad “S”

Forma a “Labirinto”

Quest’ultima versione ha il vantaggio di assicurare l’aggancio del tubo alla fune di sostegno.

A) Particolare dei ganci in acciaio

B) Particolare del sistema di aggancio

C) Cresta continua occhiellata

IMBALLO E STOCCAGGIO

I tubi di ventilazione vengono imballati accuratamente per garantirne l’integrità durante il trasporto.
Tunnel Wind non presenta particolari problemi di stoccaggio perché nel breve periodo è pressoché inalterabile.

RIPARAZIONE DEI TUBI

Le riparazioni di eventuali danni accidentali può essere effettuata direttamente nel cantiere di lavoro.  Infatti su richiesta può essere fornito un Kit di primo intervento.

L’operazione da eseguire è molto semplice.
Si porta alla giusta temperatura il saldatore, si prepara una pezza di tessuto della dimensione necessaria e, inserendo il saldatore tra tubo e pezza, si preme con l’apposito rullo (compreso nel Kit), in modo da far aderire tra di loro i tessuti.
Per mezzo di collanti speciali disponibili per qualsiasi materiale e forniti su richiesta è possibile anche effettuare riparazioni temporanee.

1) Pulire il tessuto prima della riparazione

2) Riparazione con saldatore

3) Riparazione con collante per PVC e PE

Se sei interessato ad un nostro prodotto compila il form. richiedi maggiori informazioni.




Informativa sulla privacy. Acconsento al trattamento dei dati ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs. 196/2003